Affrontare un viaggio di lavoro per il gentleman rappresenta una sorta di “pausa” dalla monotonia quotidiana, soprattutto quando si tratta di mansioni piuttosto sedentarie, può configurarsi come una nuova sfida da affrontare che solitamente ha l’obiettivo di portare a termine trattative di affari oppure pubblicizzare la propria realtà aziendale, presentandola a clienti, possibili partner o durante eventi dedicati al mondo business. 

Oltre a prepararsi al meglio con un abbigliamento curato ed elegante, una presentazione breve e mirata del proprio brand oppure un discorso convincente per concludere l’affare in sospeso, risulta di fondamentale importanza scegliere il mezzo di trasporto più adatto per raggiungere quella determinata meta nel più breve tempo possibile. 

Uno dei dilemmi più diffusi nell’affrontare i viaggi di lavoro è la scelta tra l’auto, un mezzo privato e che concede maggiore autonomia, oppure il treno, molto più rilassante ma vincolato al tragitto già programmato, per scegliere in modo semplice l’uno o l’altro Barberia Italiana ha pensato di confrontarli mettendo in luce gli aspetti positivi e negativi. 

Costo economico  

In primis, bisogna considerare che per un viaggio in auto rispetto al treno vengono generati numerosi costi, tra cui i vari pedaggi autostradali, i parcheggi a pagamento e soprattutto la benzina, che incidono notevolmente sul budget soprattutto per viaggi di lunga distanza, inoltre l’alimentazione ad energia elettrica dei treni provoca molti meno danni a livello ambientale, rispetto al carburante. 

Destinazione da raggiungere 

La differenza sostanziale riguarda lo spostamento in una grande città, come può essere Milano, oppure in una piccola provincia, nel primo caso è più conveniente utilizzare il treno, evitando il grande traffico e riducendo al minimo i ritardi, nel secondo risulta molto più semplice ricorrere all’auto in modo da raggiungere la destinazione finale con più semplicità, soprattutto se si trova in campagna. 

Viaggio a tappe  

Il problema principale del treno rispetto all’auto è l’itinerario prestabilito, se durante un viaggio di lavoro devi visitare più realtà aziendali o clienti, con il treno non sarà possibile perché muovendosi su rotaie ti lega necessariamente ad una meta prestabilita, mentre con l’auto avrai la possibilità di spostarti velocemente in più luoghi senza essere vincolato ad un cambio di binario oppure agli orari proposti dalla programmazione. 

Il treno pur non potendo offrire gli stessi servizi di un mezzo privato come l’auto, mette comunque a disposizione diversi comfort per trascorrere un’esperienza in totale relax, infatti sono presenti dei vagoni dedicati esclusivamente ai viaggi d’affari chiamati “business class”, ecco per te due delle più belle presenti nelle diverse compagnie ferroviarie. 

Frecciarossa Business  

Le carrozze Business in questa compagnia sono di grandi dimensioni, in pelle, con poggiatesta regolabile e schienale completamente reclinabile per il massimo comfort, dispongono di divisori in cristallo tra le diverse postazioni per una maggiore privacy e ampi spazi sotto ai sedili per depositare comodamente qualsiasi bagaglio, oltre a questo i passeggeri usufruiscono di uno speciale benvenuto con snack e bevande. 

Italo Club Executive 

La sezione Business di Italo è formata da un vero e proprio salotto dove affrontare discussioni di lavoro oppure postazioni confortevoli per goderti anche un po’ di meritato riposo, tutto questo grazie alle fantastiche poltrone Frau ampie e avvolgenti con linee ergonomiche e moderne, che donano quel tocco di design all’intero ambiente, inoltre anche l’attesa prima di salire a bordo è importante infatti Italo ha pensato di creare delle sale lounge per tutti i passeggeri Business. 

Il viaggio di lavoro oltre che una questione di puro business rappresenta un’esperienza di crescita personale, perché si affrontano diverse sfide cercando di portarle sempre al successo, e tu preferisci l’auto o il treno per i viaggi di lavoro? Continua a seguirci sul nostro blog ed iscriviti ai canali social, ci trovi su Instagram, Facebook, Linkedin e Pinterest