La rasatura è uno dei momenti preferiti dai gentlemen, quasi un rituale sacro che permette di liberare la mente e dedicarsi completamente al proprio benessere, il trattamento perfetto per dar vita ad un’immagine pulita, ben definita e curata sotto ogni aspetto che rappresenta la vera essenza dell’uomo elegante e di classe. 

Uno degli strumenti più importanti per realizzare la tua rasatura ad-hoc è il rasoio a mano libera, sinonimo di sicurezza, precisione nel taglio, duratura nel tempo e presenza minima di irritazioni, Barberia Italiana infatti utilizza ogni giorno questo tipo di rasoio anche sui visi più delicati, con risultati davvero sorprendenti.  

In realtà, questo strumento risale ancora a tempi meno recenti, quando gli uomini si recavano dal barbiere per scambiare quattro chiacchere e mantenere vivi i rapporti sociali, un tempo in cui non esistevano altre tipologie, come il rasoio a doppia lama o quello elettrico, ma si puntava su un servizio più duraturo, rilassante e di alta qualità.  

Rispetto ai moderni tipi di rasoi sono molti gli aspetti positivi del monolama, il primo fattore sicuramente è rappresentato da una migliore rasatura, con pelle più liscia e levigata, in secondo luogo i costi da sostenere, anche se più elevati, sono solo iniziali, perché necessitano di poche o nulle ricariche, basta affilare la lama e il gioco è fatto! Infine, sempre collegato a quest’ultimo aspetto risulta più ecologico data la nulla o minor quantità di lamette da smaltire. 

Esistono però due differenti tipologie, quali?

Lama fissa  

Come si può intuire dal nome, non ha lamette intercambiabili, quindi le lame presenti devono essere mantenute sempre pulite e necessitano di cure particolari, per questo è importante un regolare processo di affilatura che le renda sempre pronte alla rasatura successiva, sicuramente rispetto ad altri modelli ha un costo più elevato ma rappresenta una garanzia di duratura nel tempo, infatti viene da sempre utilizzato nei saloni di Barberia Italiana. 

Shavette 

Le differenze sostanziali dalla prima tipologia sono la presenza di lame intercambiabili, una maggior sicurezza nella rasatura, soprattutto per i meno esperti, e il costo decisamente inferiore, che ovviamente va a discapito della qualità! Quindi I barbieri di Barberia Italiana, se non sei alle prime armi e vuoi uno strumento veramente duraturo, ti consigliano di utilizzare la tipologia a lama fissa. 

Quali sono invece i materiali?

Oltre alle tipologie è importante essere a conoscenza dei materiali con cui si realizza il rasoio a mano libera, facendo una distinzione tra lama e impugnatura, la prima può essere in acciaio inossidabile, che garantisce un’ottima durata nel tempo, o al carbonio, con una qualità maggiore, la seconda invece viene realizzata con diversi tipi di materiali, come la plastica, anche se il più pregiato è il legno. 

Come utilizzare al meglio il rasoio a mano libera?

Dopo una breve spiegazione sui principali benefici, le diverse tipologie e i pregiati materiali del rasoio a mano libera, siamo giunti al fulcro del discorso! Non basta una scelta accurata di tutti questi fattori per effettuare una rasatura ad opera d’arte, ma risulta fondamentale saperlo utilizzare al meglio, per non provocare tagli o irritazioni indesiderate. 

Fase 1: Preparazione 

In primo luogo, controlla la lama del rasoio, che deve essere ben pulita e disinfettata! Procedi poi all’affilatura tramite coramella, strumento utilizzato per rifinire e ravvivare la lama, e infine prepara la pelle alla rasatura applicando i prodotti della linea Rodolfo Milano per Barberia Italiana, due in particolare cioè il pre shave al Cedro di Sicilia e l’alternativa al Talco Fiorentino, entrambi dal carattere fresco e delicato per uno scorrimento morbido del rasoio. 

In un secondo momento, sempre della linea Rodolfo Milano, i barbieri ti consigliano di utilizzare la Crema da rasatura ai Fitosteroli, una formula adatta a tutti i tipi di pelle che riduce notevolmente l’attrito del rasoio, inoltre il suo effetto benefico è potenziato grazie alla presenza di Acido Ialuronico, per donare tonicità ed elasticità alla pelle. 

Fase 2: Rasatura  

Sei giunto al momento principale del trattamento, regola fondamentale è mantenere la mano ben salda e inclinare la lama in modo da accarezzare dolcemente la pelle, i barbieri ti consigliano di procedere con molta calma e a piccoli tratti in modo da non creare traumi, ma soprattutto radere sempre nella direzione naturale della barba e mai contropelo!  

Una posizione ottimale per l’impugnatura è appoggiare il dito indice, medio e anulare sul dorso, il mignolo sulle guancette e il pollice al centro sul lato della lama, in questo modo avrai una presa forte e più sicura, ovviamente poi con tanta pratica anche tu riuscirai a trovare la posizione che preferisci, senza seguire necessariamente quella che ti ho appena illustrato. 

Fase 3: Conclusione  

Nella fase conclusiva è importante asciugare bene la lama, evitando eventuali danni futuri, per questa procedura puoi utilizzare un semplice panno oppure l’asciugamano, facendo attenzione ai fili, inoltre puoi applicare alla pelle il Fluido Dermo Lenitivo della linea Rodolfo Milano per Barberia Italiana, in caso di cute secca o arrossata dopo la rasatura, infatti sono sufficienti 10 gocce del prodotto da massaggiare sul viso per ottenere l’effetto desiderato.  

Il rasoio a mano libera, come ti ho dimostrato, è un’ottima soluzione per effettuare la rasatura che desideri! Grazie ai consigli degli esperti barbieri non avrai più problemi ad utilizzarlo, per un aspetto da vero gentleman in ogni occasione. E tu, l’hai mai provato? Continua a seguirci sul nostro blog ed iscriviti ai canali social, ci trovi su Instagram, Facebook, Linkedin e Pinterest